Ciccio Vitiello è uno dei protagonisti del più grande evento italiano dedicato al mondo della pizza d’autore.

Da venerdì 12 a domenica 14 aprile è andata in scena a Roma La Città della Pizza 2019 – format ideato da Vinòforum e realizzato con la collaborazione di Ferrarelle. Dopo l’enorme successo delle prime due edizioni, ad ospitare la manifestazione sarà una location tutta nuova, la più grande della Capitale, con oltre 6.000 mq in un unico ambiente.

Ed è qui che si sono alternati i migliori pizzaioli d’Italia, rappresentanti delle diverse scuole dal Nord al Sud dello Stivale e selezionati dal team di autori composto da Emiliano De Venuti, ideatore de La Città della Pizza e CEO di Vinòforum, dai giornalisti Luciano Pignataro, Luciana Squadrilli, Tania Mauri e dal maestro pizzaiolo Stefano Callegari.

I criteri per la selezione sono stati, come ogni anno, quelli enunciati nel “manifesto” dell’evento (www.lacittadellapizza.it/il-manifesto), ovvero passione, qualità, ricerca, cura e attenzione per tutte le fasi della produzione. In prima fila ci saranno le cosiddette “case”, le 12 pizzerie suddivise nelle categorie “Napoletana”, “All’italiana”, “A degustazione”, “Romana”, “Al taglio”, “Fritta” e “Senza Glutine”.

Ciccio Vitiello a La Città della Pizza 2019 | Casa Vitiello

Questo il menu proposto dal Maestro Ciccio Vitiello:

Marinara: Pomodoro S. Marzano dell’Agro sarnese, Aglio di Nubia, Origano di Collina, Olio Evo

La Genovese di Ciccio: Genovese di carne cotta a bassa temperatura per almeno 12 ore, Pecorino Laticauda, Liquirizia in polvere

Bufala e Carciofi: impasto al grano arso, Carciofo arrosto, Mozzarella di Bufala, Provolone del monaco, Straccetti di carne di bufalo disidratati