Ciccio

Il Ribelle è colui che vive seguendo la propria luce e si muove seguendo la propria intelligenza. Crea il proprio cammino passo dopo passo. La sua Vita è pericolosa, ma una vita non pericolosa non è affatto una vita.

Il Ribelle è colui che vive seguendo la propria luce e si muove seguendo la propria intelligenza. Crea il proprio cammino passo dopo passo. La sua Vita è pericolosa, ma una vita non pericolosa non è affatto una vita.

 

“La mia pizza rispecchia ciò che sono e ciò che è la mia vita, piena di armonia, e soprattutto amore per essa. Ciò che faccio e sono, è grazie a lei.

Vivo con passione e dedizione, quello che conta è il rispetto, e per lei – la mia pizza – io ne ho tantissimo, perché credo che la vita di un uomo sia basata in primis sulla sua capacità mentale e poi su quella lavorativa.

Casa Vitiello nasce perché il cliente deve sentirsi a casa, rispettarla come tale, i miei ospiti li rispetto e cerco di soddisfare il palato e le sensazioni di tutti coloro che scelgono di mangiare il mio prodotto.

Nasco in un territorio difficile, essendo la patria della pizza, ma la paura non mi appartiene e nel momento in cui ho capito che dovevo farmi spazio per far sì che il mio nome potesse correre e coprire l’Italia, ho deciso di farmi chiamare pazzo.

In che modo?

Dando un’alternativa al classico disco di pasta, a partire dalla base tradizionale, (che ha già un blend di farine studiato e creato da me), per poi continuare con tutti gli impasti alternativi.”

La qualità che emoziona

“Gli impasti maturano a temperatura controllata dai 4 ai 6° C, con tempi differenti a seconda della tipologia. L’obiettivo è farvi sentire leggeri e, dopo meno di un’ora, farvi avere di nuovo fame. La mia pizza deve farvi divertire, perchè è pura convivialità e in un mondo dove il social decide per ciascuno, quando arrivate a Casa Vitiello spegnete il cellulare e vivete la vostra personale esperienza.

I miei topping sono tutti materia prima trasformata, nulla di già pronto. Rispetto gli ingredienti e cambio il menù 4 volte l’anno proprio come le stagioni.

Ogni mia pizza viene cotta in quella che io chiamo navicella spaziale e che si può vedere appena entrate a Casa Vitiello. Si tratta di un forno rotante alimentato a legna. Dopo la cottura ogni pizza viene controllata sotto una lampada a luce naturale, in modo tale, che si possa capire se il prodotto è pronto per essere servito.

Poi viene servita e dal momento in cui arriva a tavola, sarà il vostro palato a farvi capire perché la pizza di Ciccio Vitiello è differente”