Ciccio Vitiello ospite di I love Italian food per parlare di internazionalizzazione del made in Italy.

Il futuro dell’Italia è strettamente legato al futuro del nostro comparto agroalimentare, ma nonostante questo l’Italia è solo al quinto posto in Europa per l’export di cibo.

Come possiamo quindi aumentare la qualità e la dimensione delle nostre esportazioni?

Food: il petrolio d’Italia”: sarà questo il tema dei primi 100per100 Italian Talks, dedicati alla nostra risorsa più preziosa e insostituibile: il cibo.

L’evento, organizzato da I Love Italian Food, Associazione Culturale no profit con la mission di difendere e promuovere il vero Made in Italy e la più grande community internazionale di amanti della cucina italiana, si è tenuto lunedì 24 settembre, a Reggio Emilia, presso Ruote da Sogno.

Si è parlato di innovazione del cibo, di una crescita dell’export possibile, di come sfruttare il potenziale delle fiere alimentari, di valorizzazione e tutela della filiera italiana, utile all’internazionalizzazione dei suoi prodotti, di ristorazione capace di farsi esempio virtuoso nel mondo.

A supporo delle argomentazioni le performance enogastronomiche con cinque ospiti d’eccezione: Daniele Reponi, tra i protagonisti de La Prova del Cuoco con i suoi panini gourmet,

Ciccio Vitiello, uno dei maestri pizzaioli più giovani del panorama italiano della pizza d’eccellenza, con la sua famosa montanara fritta.

A seguire la regina della cucina emiliana, la pasta fresca ripiena preparata dalle sfogline locali, mentre i grill master di BBQ4All hanno stupito con le loro uniche e spettacolari preparazioni di carne.

Infine, il gelato di Paolo Brunelli, il miglior gelatiere artigianale d’Italia secondo la classifica di Dissapore.